All’uscita della Metro Affori FN, ci accodiamo ad una piccola carovana di persone. “Andate alla festa di Radio Popolare? Anche noi.” Poche parole scambiate nel breve tragitto, fino all’entrata dell’ex Istituto Paolo Pini.

La formazione africana degli Altri Europei fa il suo ingresso con stile, mescolandosi alla perfezione con il pubblico pop dell’evento. Dopo un breve riscaldamento a ritmo di “Waka Waka”, reinterpretata in stile folk per l’occasione, le due formazioni si avvicinano alla zona del campo. 

image
image

Radio Popolare mostra una certa difficoltà nel raccogliere i suoi giocatori, per questo si adopra in manovre di calcio mercato dell’ultimo minuto, acquistando YAYA, difensore di fascia in forza alla squadra avversaria, un centroavanti donna, ed un ragazzo di 11 anni, che assume le veci di capitano.

image
image

La selezione di Radio Popolare si presenta con giocatori d’esperienza tecnica indubbia, ma con qualità fisiche un po’ arrugginite. Approfittando della confusione, scendono in campo in 12 senza che l’arbitro se ne accorga. 

Si gioca in due tempi da 20 minuti. 

La squadra degli Altri Europei è veloce e si muove bene negli spazi aperti, ma non riesce a concludere per la prima metà del primo tempo. La seleçao giallo nera di Radio Popolare predilige invece il gioco corto e tecnico, che fatica a sbocciare in un’azione concreta. 

È il gol del maliano YOUSSUF a sbloccare il risultato: dopo una cavalcata degna di una gazzella, porta la squadra di Altri Europei al vantaggio con un tiro di destro angolato. 

image
image

L’arbitro fischia due volte, e le squadre cambiano campo. Nel frattempo, il pubblico si è fatto più cospicuo. Bambini, cani, hipster e sessantottini, belli e brutti, chi con una birra in mano, chi con un panino, riempiono i lati del campo formando una tifoseria pop di tutto rispetto. È un clima di festa, e l’integrazione vince a tutto campo.

image

Dopo un cambio tecnico per Radio Popolare, si torna a giocare. Resta il vantaggio numerico, senza che il giudice di gara noti nulla. Nella seconda metà di gioco, c’è il crollo della squadra di casa, che vede gonfiare la sua rete per altre 4 volte. Le marcature della squadra degli Altri Europei sono: YOUSSUF – YOUSSUF – MOHAMMED – MOLA – MOHAMMED. Da segnalare l’ottimo gioco dei numeri 3 e 13 della squadra di Radio Popolare e l’incredibile gol mangiato di DEMBO, della selezione bianco rossa. 

Il portiere YAKUBA della squadra di Altri Europei si annoia, ma ne approfitta per esercitarsi nel ballo. Un’altra tappa degli Altri Europei 2016 è andata. Oggi, 19 Giugno, vi aspettiamo al Balon Mundial di Torino.

image
image
image