Nel 2016 la Francia ha ospitato i campionati europei di calcio. È stato un torneo “allargato”, al quale sono state presenti più squadre partecipanti delle precedenti edizioni: non più 16 ma 24. Partendo dallo stesso principio, il progetto “Altri Europei 2016 – football sans frontières” si é posto l’obiettivo di allargare gli orizzonti dell’Europa, utilizzando il calcio come strumento per porre l’attenzione su tematiche oggi estremamente attuali, come l’integrazione e l’inclusione sociale.

Altri Europei 2016 è un progetto realizzato da The Small Now Onlus in collaborazione con AltroPallone Onlus. È stato un viaggio a tappe tra Italia, Ungheria, Turchia e Francia per giocare un torneo europeo alternativo, che ha sensibilizzato le comunità sui cambiamenti e le sfide del nostro tempo e sul bisogno di accettazione.

Un viaggio itinerante per promuovere il diritto allo sport per tutti, educando e coinvolgendo persone ai limiti di ogni comunità. ll viaggio ha toccato le piazze delle città di Milano, Torino, Budapest (Ungheria) ed Ankara (Turchia), e si è concluso in Francia, presso il campo profughi di Calais. Abbiamo organizzato partite, tornei, training di calcio e momenti di sensibilizzazione per creare un evento di sport che parli di integrazione con le comunità e i territori. È il calcio di strada, del campetto di periferia, quello che unisce e che fa correre dietro alla palla e saltare le barriere. Perché il calcio è relazione, partecipazione e cittadinanza.

Altri Europei 2016 è promosso da The Small Now Onlus e Altropallone Onlus con il supporto di Guna s.p.a. e Fondazione Cariplo.

 

 

LEEGGI I RACCONTI DI ALTRI EUROPEI 2016

11 Giugno 2016 – Milano (EsTportare camp)
14-17 Giugno 2016 – Ankara (Turchia)
14-17 Giugno 2016 – Ankara (Turchia) Parte II
18 Giugno 2016 – Milano (Match Radio Popolare 40° Compleanno)                                                                                       19 Giugno 2016 – Torino (Balon Mundial)
22-24 Giugno 2016 – Budapest (Pilismarot, Ungheria)
28-30 Giugno 2016 – Calais (Campo profughi, Francia)

 

Segui il progetto su altrieuropei.org